Lavori socialmente utili per i 18 ospiti del centro di Villa Elce - Sfalcio dell’erba, manutenzione impianti sportivi e Parco Diocleziano
CHIUDI [X]
 
Lanciano   Attualità 14/11/2016

Lavori socialmente utili per i 18
ospiti del centro di Villa Elce

Sfalcio dell’erba, manutenzione impianti sportivi e Parco Diocleziano

Tre dei ragazzi ospiti del centro in Villa ElceSi occuperanno di sfalcio dell’erba, manutenzione degli impianti sportivi e del Parco Diocleziano in collaborazione con la Pro Loco i 18 ragazzi ospitati nel Cas (centro accoglienza straordinaria) a Villa Elce. L’iniziativa è frutto di una convenzione stipulata tra il Comune di Lanciano e la cooperativa Matrix che gestisce il centro.

“Da appena sono arrivati questi ragazzi - afferma l’assessore alle Politiche Sociali, Dora Bendotti - abbiamo da subito cercato una fattiva collaborazione istituzionale per favorire una vera integrazione nella nostra comunità. A questo proposito - aggiunge - condanno fortemente ciò che sta accadendo ad Atessa”. La stipula ufficiale della convenzione c’è stata lo scorso 14 settembre e si è deciso di comune accordo di indirizzare i ragazzi verso lavori socialmente utili che, in qualche modo, possano rendere la loro presenza fruttuosa e nello stesso tempo aiutarli a trascorrere le giornate con meno inerzia.

I lavori si andranno ad aggiungere alle altre attività che la cooperativa propone agli ospiti della struttura. “Cerchiamo di non fermarci a ciò che prevede la legge - spiega Antonio Ruotolo, della cooperativa Matrix - ma proviamo a dare tutto il sostegno che questi ragazzi meritano. Crediamo davvero nell’integrazione e lavoriamo per questo”. I 24 ospiti (quattro sono minorenni), trascorrono le loro giornate occupandosi della pulizia dei luoghi comuni ed individuali, partecipando a corsi di italiano, di arte e musicoterapia, falegnameria e alcuni di loro hanno iniziato a giocare a pallone con le squadre della Marcianese e del Borgo Rosso di Sant’Eusanio del Sangro”.

Saranno in 18 a darsi da fare con questi lavori di manutenzione per la città (alcuni di loro hanno già altri lavoretti) e tra loro ci sono Saliuu, 18 anni, dalla Guinea, Bubakar, 21 anni, dal Gambia e Issa, 20 anni, dal Mali, presenti questa mattina alla conferenza stampa.

“La nostra è una città che accoglie. - conclude il sindaco Mario Pupillo - Siamo certi che la via giusta non sia quella della paura e della minaccia, ma quella dell’integrazione e cooperazione e noi siamo convinti di continuare così”. I ragazzi inizieranno a lavorare già dai prossimi giorni e lo faranno gratuitamente.

Guarda le foto

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi