Libertà in azione: "Come fa la maggioranza a dirsi orgogliosa del bilancio?" - "Documento privo di coraggio, senza strategia o programmazione"

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Politica 21/05

Libertà in azione: "Come fa la maggioranza a dirsi orgogliosa del bilancio?"

"Documento privo di coraggio, senza strategia o programmazione"

“Non capiamo di cosa vadano orgogliosi i nostri amministratori quando parlano dei grandi risultati ottenuti con questo bilancio, che è un documento privo di coraggio, che non contiene alcuna strategia di programmazione o di pianificazione”.

Lo affermano Tonia Paolucci, Riccardo Di Nola e Antonio Di Naccio, consiglieri comunali della lista civica Libertà in Azione, commentando i contenuti del bilancio di previsione 2019, approvato dal consiglio comunale di Lanciano nell’ultima seduta, con i voti della sola maggioranza.

“E’ incredibile che il sindaco Mario Pupillo e i suoi assessori parlino di pressione fiscale rimasta invariata – spiegano i rappresentanti della minoranza – perché semplicemente da quando il centrosinistra è al governo della nostra città, vengono già applicate le aliquote massime previste dalla legge, oltre le quali non si può andare. E questo nonostante le ripetute richieste dei lancianesi, fatte proprie dall’opposizione, per chiedere una riduzione sui terreni edificabili, il cui valore è completamente slegato dalla realtà e dal mercato, ma viene mantenuto tale solo ed esclusivamente per far quadrare il bilancio. Questa è un'amministrazione che vuole solo far cassa alle spalle dei cittadini. Un esempio è rappresentato dalla ZTL: nonostante i  tecnici del Provveditorato regionale alle Opere Pubbliche abbiano valutato la messa in esercizio nei primi due anni molto confusionaria, l'amministrazione va avanti e incassa le multe frutto della sua confusione".

Libertà in Azione contesta anche i servizi comunali, giudicati pressoché inesistenti e con costi esagerati. “Basta pensare – continuano – a quanto spendono le famiglie per far mangiare i figli nelle mense scolastiche comunali. Un costo da ristorante stellato!”.

Critiche pure sul fronte investimenti, che secondo la Paolucci, Di Nola e Di Naccio, si limitano ai soliti rattoppi d’asfalto sulle strade colabrodo. “Anche se il culmine – aggiunge – è rappresentato dalla bocciatura di tutte le proposte presentate dai consiglieri di minoranza, principalmente per quanto riguarda la sicurezza urbana"

Gli ultimi affondi, infine, Libertà in Azione li riserva ai capitoli cultura e politiche sociali. “Nemmeno un centesimo – concludono - viene destinato alla cultura e non si capisce come questa amministrazione intenda mantenere in vita associazioni di alto valore storico e identitario per la nostra città. Sulle politiche sociali, invece, a fronte di servizi inadeguati e insufficienti, continuano a registrarsi costi sempre maggiori, dovuti all’eccessivo e costante ricorso alle cooperative, che comporta la necessità di aumentare le risorse destinate al settore, senza alcun beneficio per gli utenti finali”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi