Emilio Nasuti: "il candidato del centrodestra frentano sono io" - Il candidato di Forza Italia chiede alla città di non disperdere il voto
 
Lanciano   Politica 02/02

Emilio Nasuti: "il candidato del centrodestra frentano sono io"

Il candidato di Forza Italia chiede alla città di non disperdere il voto

“A chi dice che Lanciano non ha un candidato del centrodestra, chiedo di guardare alla storia politica recente della nostra regione e di vedere come l’unico vero candidato del centrodestra frentano sono io”. Parla così il candidato di Forza Italia, Emilio Nasuti, ad una settimana dal voto e anche in risposta alle dichiarazioni odierne del vicesindaco Giacinto Verna [LEGGI QUI].

Una conferenza stampa per fare il punto sulla situazione e per “chiedere alla città di Lanciano di non disperdere il voto”. “Chiedo ai cittadini lancianesi il voto utile, soprattutto vista la totale assenza di competenze ed esperienze che ci sono in giro. - afferma Nasuti - Chiedo alla città di darmi fiducia perché, quando ero in Regione, ho fatto tanto per Lanciano”.

E durante la conferenza ricorda i 25 milioni di euro stanziati dalla Regione Abruzzo, “grazie ai suoi emendamenti” tiene a sottolineare, quando lui era nella Commissione Bilancio, per la città di Lanciano. “Il mio lavoro in Regione ha permesso a questa città di realizzare importanti opere come le rotatorie che ci fanno raggiungere in breve tempo il casello autostradale, il prolungamento di via Bergamo, ancora fermo non si sa come mai, - prosegue il candidato di Forza Italia - nuove palazzine per gli alloggi popolari e non dimentichiamo i 4 milioni di euro stanziati per la realizzazione del depuratore di Santa Croce”.

E ne approfitta per fare un plauso alla minoranza e lo fa citando i movimenti civici Libertà in Azione, Nuova Lanciano e Lanciano al Centro per il “lavoro di opposizione costruttiva fatto in questi anni”. “Io non voglio essere il leader, ma mi sento un operaio a servizio dell’inclusività - dice ancora Nasuti - e dobbiamo lavorare tutti insieme per far tornare Lanciano ad essere il capoluogo di questo territorio. E possiamo farlo - sottolinea - solo facendo squadra e lasciando fuori chi è venuto a Lanciano solo a prendere voti per poi interessarsi solo di Chieti e Pescara. Se mi sono rimesso in gioco - conclude Nasuti - è perché ho trovato il vuoto. E’ ora di ridare una voce forte al nostro territorio; io ci metto la faccia, l’esperienza e la volontà”.

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi