Unibasket, Lanciano vince e convince - Robur Osimo battuta 102 a 76
 
Lanciano   Sport 03/12

Unibasket, Lanciano vince e convince

Robur Osimo battuta 102 a 76

L’Unibasket fa “100” supera a pieni voti l’esame Robur Osimo e aggancia momentaneamente la vetta della classifica, in attesa della Val di Ceppo che scenderà in campo domani per il X turno del Campionato di Serie C Gold Nazionale. Eppure non è stato semplice per gli uomini di Corà, venire a capo di una Robur Osimo che nei primi due quarti è scesa in campo con la giusta determinazione creando non pochi problemi al Lanciano che però ad inizio di terzo quarto, ha preso con grinta le redini della gara, gestendo con grande cinismo il ritmo del gioco. Arriva così l’ottavo successo in dieci partite, il terzo di fila dopo le vittorie contro Sutor Montegranaro e Magic Chieti.

Primo quarto di grande equilibrio con coach Marini che sistema in campo una Robur decisa a non recitare il ruolo di comparsa: dopo il 7-7 iniziale sono proprio i marchigiani a piazzare il primo allungo (13 -9) con Bini e Conti. L’Unibasket è disattenta ed imprecisa ma Dusan Ranitovic la tiene comunque in gioco grazie ai suoi canestri (22 quelli messi a referto dal lungo slavo).

La prima frazione si chiude con il centro di Carletti che fissa il parziale sul 17 a 19.  Al rientro Cardellini va in lunetta per il fallo subito da Martelli che poi sbaglia la tripla del possibile pareggio: il pivot ospite Rezk schiaccia a canestro ma Agostinone (top scorer in casa Unibasket con ben 26 centri) risponde subito presente. Ancora Rezk centra la tripla del 21-25 e prima Breccia dalla lunetta e poi Bini allungano ulteriormente il vantaggio Robur. Matteo Mordini suona la carica con canestro da tre più fallo e va in lunetta per il 26 - 34: l’Unibasket si scuota e grazie alle segnature di Ranitovic ed Agostinone si riporta a tre lunghezze dagli ospiti.

Il sorpasso avviene con D’Eustachio e la bella tripla di Povilas Cukinas. Ancora lo scatenato Alessio Agostinone porta l’Unibasket in vantaggio (47- 44) prima della pausa lunga. Al rientro dagli spogliatoi i Frentani decidono che è arrivato il momento di chiudere la gara: è ancora il duo Agostinone - Ranitovic a dare l’esempio in campo difendendo in modo aggressivo e capitalizzando al meglio le occasioni che arrivano. Osimo dal canto suo fatica molto in attacco viaggiando con percentuali medie molto basse e la terza frazione di gioco va in archivio con i liberi di Agostinone che valgono il 75 - 58 Unibasket.

L’ultima frazione è pura formalità per gli uomini di Corà: c’è gloria anche per il neo entrato Capuani, e di grande fattura sono le due triple con cui Capitan Martelli mette in ghiaccio la partita: il tabellone luminoso segna 86 - 63 e sono sempre i padroni di casa ad andare a canestro con i bei centri di Mordini e Cukinas. E proprio il centro lituano ex Cantù a segnare e superare la quota 100 con cui si archivia l’incontro. Due punti fondamentali e stra-meritati per l’Unibasket che con questa vittoria lancia un segnale al campionato.

Da notare oltre alla grande prestazione di Ranitovic, quella del giovane Agostinone che dopo Chieti sfodera un’altra gara importante per qualità e solidità. E’ proprio la crescita dei ragazzi come lui e Matteo Mordini a far ben sperare in casa Unibasket. Complimenti ai coach Corà e Borromeo che giorno dopo giorno stanno creando la giusta alchimia di squadra tre giovani e veterani.

Nel prossimo turno il Lanciano sarà di scena a San Benedetto, una compagine ostica ma che oggi è uscita nettamente sconfitta dalla sfida interna contro Chieti. Vincere in riviera potrebbe essere importante per consacrare definitivamente le ambizioni dell’Unibasket.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi