Lanciano, 60 uomini per l’operazione di ieri. In carcere 5 membri della banda e un fiancheggiatore - Il 26enne arrestato ieri era pronto alla fuga

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Cronaca 30/09

Lanciano, 60 uomini per l’operazione di ieri. In carcere 5 membri della banda e un fiancheggiatore

Il 26enne arrestato ieri era pronto alla fuga

Carabinieri e polizia davanti la caserma di LancianoEra pronto alla fuga ed è stato aiutato da un connazionale nel tentativo estremo di evitare le forze dell'ordine. La Procura della Repubblica di Lanciano ha diffuso in mattinata ulteriori dettagli sull'operazione congiunta di carabinieri e polizia che ieri ha permesso di assicurare alla giustizia altre due persone legate alla violenta rapina di una settimana fa [LEGGI].

Uno dei due è ritenuto il quinto membro della banda che si stava organizzando per la fuga. Si tratta di G.B.G., 26enne romeno, sul quale sono emersi ulteriori elementi dall'interrogatorio dei primi tre arrestati [LEGGI]. 
Il blitz scattato ieri con l'ausilio anche di un elicottero della polizia ha permesso di braccarlo e bloccarlo in tarda serata tra le campagne delle località "Rizzacorno", "Colle Campitelli" e "Contrada Fontanelle".

Ben 60 gli uomini in campo per cercarlo con l'ausilio delle unità cinofile molecolari. Verso le tre di stamattina l'uomo è stato portato nella casa circondariale di Lanciano. 

Sempre nel pomeriggio di ieri, invece, in località "Sant'Onofrio" le forze dell'ordine hanno individuato e arrestato J.G., 48enne romeno, che dovrà rispondere di favoreggiamento: secondo la Procura, infatti, stava agevolando la fuga del giovane connazionale.

SALGONO A 6 GLI ARRESTI - Nel giro di qualche giorno dalla rapina, così, salgono così a sei le persone arrestate per la rapina ai danni dei coniugi Martelli balzata alle cronache nazionali per l'efferatezza e la violenza rivolta contro i due anziani. 
L'azione repentina delle forze dell'ordine ha permesso di bloccare la fuga dei cinque membri della banda. 

Turlica Costantin Aurel (22 anni), Turlica Ion Cosmin (20enne) e Ruset Aurel (25enne) sono stati arrestati il 26 settembre a Lanciano [LEGGI]. Si tratta di due fratelli e un cugino che nell'interrogatorio di ieri hanno confessato la rapina, ma negato di aver tagliato l'orecchio alla donna.
Il giorno dopo è toccato al quarto componente, Alexandru Bogadan di 26 anni, rintracciato a Caserta. Ieri, infine, l'arresto del quinto e del suo fiancheggiatore.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi