Tentano di estorcere 50 euro a un minore, 2 arresti a Lanciano - Gli arresti sono collaterali all’operazione "Pony express"

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Cronaca 28/06

Tentano di estorcere 50 euro a un minore, 2 arresti a Lanciano

Gli arresti sono collaterali all’operazione "Pony express"

Tentano di estorcere 50 euro a un minore, ma vengono fermati dai Carabinieri. E’ quanto accaduto nella serata di ieri, 27 giugno, in pieno centro a Lanciano.

Uno studente 15enne del luogo, mentre si trovava con alcuni suoi amici nei pressi di un bar, è stato avvicinato da due giovani i quali, dopo avergli chiesto di seguirli in una stradina adiacente, gli hanno chiesto del denaro insistentemente. I due balordi, entrambi conosciuti alle Forze dell’ordine per pregressi pregiudizi di polizia, sebbene il 15enne gli avesse riferito di non avere soldi, hanno continuato a minacciarlo con toni perentori e fisicamente gli impedivano di allontanarsi costringendolo a subire le loro pressioni.

Fortunatamente alla scena hanno assistito i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Lanciano, impegnati nei pressi in uno specifico servizio antidroga, che prontamente intervenuti, hanno bloccato l’azione criminosa dei due e li hanno tratti in arresto in flagranza di reato. Ora Sante Guarnieri, 23enne, e Nicola Fresco 32enne, entrambi di Lanciano, dovranno rispondere di tentata estorsione in concorso e rischiano una condanna da 3 a 6 anni di reclusione.

Gli arrestati, su disposizione della Procura della Repubblica sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo previsto per la giornata odierna. Sono in corso accertamenti per verificare se vi siano stati anche pregressi episodi estorsivi ai danni del minore o di altri suoi coetanei.

Gli arresti odierni non sono certamente disgiunti dalle attività antidroga degli ultimi tempi portate avanti dai Carabinieri della Compagnia di Lanciano, guidati dal Capitano Vincenzo Orlando, e confermano, ancora una volta, come certi reati siano direttamente legati al fenomeno degli stupefacenti [LEGGI QUI].


di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 

Annunci di Lavoro

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi