Cibo e DNA: alla ricerca di percorsi di salute individualizzati - A Lanciano il seminario con il prof. Antonio Moschetta dell’Università di Bari

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Attualità 03/05

Cibo e DNA: alla ricerca di percorsi di salute individualizzati

A Lanciano il seminario con il prof. Antonio Moschetta dell’Università di Bari

È intitolato Cibo e DNA: alla ricerca di percorsi di salute individualizzati il seminario organizzato dal Gruppo di acquisto solidale AnxaGAS, che si terrà sabato 5 maggio con l’intervento del prof. Antonio Moschetta, Ordinario di Medicina Interna dell’Università “Aldo Moro” di Bari.

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Lanciano e inserita nel cartellone del Mese della Cultura 2018, si svolgerà nella sala convegni del Polo Museale Santo Spirito, con inizio alle ore 17.

Come ci si educa ad una corretta alimentazione? A cosa stare attenti quando si fa la spesa? Come si forma una coscienza sociale relativa al cibo? E ancora, in che misura il cibo ci influenza come individui e come comunità?

Sono queste alcune delle domande che hanno spinto l’associazione AnxaGAS ad organizzare l’incontro con il ricercatore (ex responsabile del Laboratorio di metabolismo lipidico e tumorale del Negri Sud) nel campo della nutrigenomica, ovvero la scienza di come i nutrienti possono attivare i nostri geni: il prof. Moschetta è titolare dal 2010 di un IG (investigator grant) AIRC su Metabolismo dei tumori e regolazione genica.

L’utilità della dieta nella prevenzione e cura del cancro è spiegata con rigore scientifico da Moschetta nella sua recente pubblicazione Il tuo metabolismo, edita da Mondadori: un corretto stile di vita è «il migliore strumento di prevenzione di cui ciascuno può disporre ogni giorno».

AnxaGAS nasce nel 2009 con il primo nucleo di famiglie di lavoratori dell’ex Consorzio Mario Negri Sud di Santa Maria Imbaro. La crescita di consapevolezza e la passione dei soci ha portato il GAS ad essere un gruppo stabile di circa quaranta famiglie che, settimanalmente, con l’acquisto dei prodotti locali, biologici e naturali, alimentano una economia solidale.

 

 

 

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi