L’istituto Umberto I nella semifinale delle Olimpiadi di lingua italiana - Due le squadre lancianesi tra le 20 scuole italiane finaliste
 
Lanciano   Curiosità 24/04

L’istituto Umberto I nella semifinale delle Olimpiadi di lingua italiana

Due le squadre lancianesi tra le 20 scuole italiane finaliste

L’istituto comprensivo Umberto I rappresenterà la città di Lanciano nella semifinale nazionale delle Olimpiadi della lingua italiana che si terrà a Riccia, in provincia di Campobasso, il prossimo 27 aprile.

XI edizione delle Olimpiadi della lingua italiana, Sono le 105 scuole partecipanti alla undicesima edizione delle Olimpiadi e sono ben due le squadre di studenti lancianesi tra le 20 scuole italiane semifinaliste.

La gara, promossa dall’Università del Molise, dalla Fondazione “Lincei per la scuola” e dalla Società Internazionale di Linguistica e Filologia Italiana, vede protagonista l’Istituto Comprensivo Umberto I, diretto da Anna Maria Sirolli e rappresentato, nella competizione, da due gruppi di alunni.

Per le terze medie della scuola secondaria di primo grado partecipano: Cuomo Chiara, Giallonardo Giorgia, Lombardi Letizia, Martini Lisa, Pellicciaro Benedetta e Salvatore Swami. Per le classi quinte delle due scuole primarie dell’Istituto si è classificata la squadra formata da: Caravaggio Laura, Costato Letizia, Ferrara Valentina, Flaminio Ludovica, Gallucci Simone, Manzi Matteo e Zulli Emanuele affiancati, nel percorso formativo, da Conicella Miriam, D’Amico Luca e Mastrangelo Benedetta.

Semifinale e finale si svolgeranno il 27 e 28 aprile a Riccia, comune organizzatore dell’evento. La competizione linguistica è una splendida avventura che si svolge tra particolarità grammaticali della lingua italiana, giochi morfologici e sintattici, deduzioni e inferenze lessicali. Le due squadre, “allenate” dalle professoresse Angela Stampone e Sara Iachini, hanno visto gli alunni partecipare, competere e guadagnare posizioni su posizioni fino ad arrivare in cima. Venerdì 27 si partirà carichi di allegria e speranze oltre che  animati dalla convinzione di poter competere alla pari con le altre scuole italiane.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Annunci di Lavoro

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi