Bando Sasi, Mauro Febbo torna in Procura - Lettera anonima i nomi dei vincitori, 54 già interinali
CHIUDI [X]
 
Lanciano   Attualità 21/03

Bando Sasi, Mauro Febbo torna in Procura

Lettera anonima i nomi dei vincitori, 54 già interinali

"Dopo la prima segnalazione fatta a novembre scorso, oggi stesso ho provveduto a segnalare di nuovo alla Procura della Repubblica del tribunale di Lanciano e alla Procura Regionale della Corte dei Conti le circostanziate anomalie e criticità emerse in questi mesi e ancora da chiarire sul concorso-avviso per l'assunzione a tempo indeterminato di personale tecnico e amministrativo pubblicato dalla SASI Spa”.

Questa la denuncia sollevata dal consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo che aggiunge: "Questa seconda segnalazione alle Procure scaturisce dall'ultima e recente lettera anonima indirizzata all'attenzione del sottoscritto in qualità di presidente della Commissione Vigilanza e immediatamente girata sia al difensore civico, sia al procuratore generale e sia al presidente della Corte dei Conti. Singolare come l'estensore anonimo della lettera era a conoscenza sia dei nominativi dei vincitori del concorso e sia il ruolo da loro ricoperto. Come da me evidenziato nei mesi scorsi - spiega Febbo - l'avviso della SASI, 'mascherato' in concorso, altro non è che una procedura tutta interna, o meglio un escamatage, per sistemare tutti gli interinali già presenti ed operanti all'interno della società pubblica. Infatti, sui 67 posti messi a bando tramite avviso, ben 54 figure vincitrici sono già personale interinale che ricoprono quel preciso ruolo. E credo che il dato vada ad aumentare se si prendono in considerazione i punteggi paritetici".

Restano intanto in ballo i tre ricorsi al Tar ma soprattutto rimane aperta rimane aperta la questione del superamento di criteri legislativi e sentenze recentissime scaturite dalla Legge Madia che potrebbero determinare tale avviso totalmente illegittimo.

È del tutto evidente come la SASI continui ad ignorare completamente le disposizioni del Decreto Madia relativo alla ricollocazione degli esuberi di personale delle società a partecipazione pubblica. Pertanto – conclude Febbo - discutibili, anomali e criticabili erano, sono e rimangono i criteri, il metodo e le norme seguite per assumere e stabilizzare tutto il personale interinale presente all'interno alla SASI senza alcun vero criterio selettivo e di meritocrazia. Dopo questa mia ennesima segnalazione alla Procura della Repubblica spero e mi auguro che la stessa intervenga in maniera autorevole per sospendere qualsiasi attività conseguente all'avviso-concorso".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi