40 ragazzi da Alvignano a Lanciano per un concerto con gli alunni della Mazzini - Gemellaggio tra i due istituti musicali che coinvolge entrambe le città

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Attualità 28/02

40 ragazzi da Alvignano a Lanciano per un concerto con gli alunni della Mazzini

Gemellaggio tra i due istituti musicali che coinvolge entrambe le città

I prossimi 12 e 13 marzo, gli allievi dell’Orchestra della scuola media “G. Mazzini”, ossia gli alunni che frequentano le lezioni di strumento musicale individuale, saranno coinvolti in un gemellaggio con l’orchestra di circa 40 ragazzi di un’altra scuola secondaria di I grado ad indirizzo musicale, l’Istituto Comprensivo di Alvignano, in provincia di Caserta. 

Durante i giorni di permanenza a Lanciano, gli alunni delle due scuole saranno impegnati nelle prove per la preparazione del concerto che terranno insieme, nel teatro Fenaroli il 13 marzo, alle ore 16. Il concerto vedrà esibirsi entrambe le orchestre in musiche di J. Haidn, Ludvig Van Beethoven, R. Ortolani e P. Daniele. 

Il gemellaggio avverrà non solo tra l’Istituto Comprensivo di Alvignano e l’Istituto Comprensivo “Mario Bosco” di Lanciano, ma coinvolgerà le due città in una cerimonia ufficiale, martedì 13 marzo alle ore 9.30, nella sala consiliare del Comune di Lanciano, a cui parteciperanno il sindaco Mario Pupillo ed il primo cittadino della città campana Francesco MarcucciI ragazzi saranno, inoltre, accompagnati in una visita guidata nel centro storico della nostra città. Gli allievi frentani, a loro volta, saranno ospiti dell’Istituto di Alvignano nel mese di ottobre 2018. 

“Il progetto offre un'opportunità straordinariamente interessante per lavorare in modo non autoreferenziale. - afferma la dirigente scolastica Mirella Spinelli - La scuola si apre al territorio, al mondo che la circonda, guidata da processi flessibili e da un’alta alfabetizzazione. Il progetto costituisce un valido strumento per rafforzare la comprensione reciproca, stimolare un ruolo attivo dell’alunno, valorizzare il suo spirito d’iniziativa, creare legami sociali e culturali necessari alla tessitura e all’irradiamento dello spazio della conoscenza”. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi