Le 20 chitarre al Fenaroli in un viaggio dal Mississipi al Feltrino - Ambiente, storia e natura in un viaggio attraverso il Blues
CHIUDI [X]
 
Lanciano   Eventi 25/01

Le 20 chitarre al Fenaroli in un viaggio dal Mississipi al Feltrino

Ambiente, storia e natura in un viaggio attraverso il Blues

Dal Mississipi al Feltrino è il viaggio che oggi, giovedì 25 gennaio, alle ore 21, al teatro Fenaroli di Lanciano, intraprenderanno le 20 chitarre guidate dal maestro Orlando Volpe, tra ambiente, viaggio, natura e storia.

Il Mississippi è il fiume più importante degli USA ed è considerato il fiume del Blues, la musica che ha caratterizzato l’identità degli afroamericani, la musica da cui sono nati il Jazz e il Rock, la musica da cui non si può prescindere per comprendere la cultura del nostro tempo.

Il nostro Feltrino impallidisce con i suoi 16 km di lunghezza, di fronte ai quasi 4 mila del Mississippi, ma lo supera certamente per il triste primato di contenere acque prive di qualunque forma di vita: piuttosto che essere un fiume, è, purtroppo, un’enorme condotta fognaria, oltre che discarica abusiva a cielo aperto, contribuendo severamente a rendere alcuni tratti della nostra costa perennemente non balneabili.

Per ovvie ragioni di dimensioni il Feltrino non sarà mai il Mississippi; potrebbe però almeno provare a somigliargli nella caratteristica fondamentale che ciascun fiume, degno di essere definito tale, per quanto piccolo, dovrebbe avere: portare la vita e non il suo contrario. E’ questo un momento molto propizio per rendere possibile questa metamorfosi, grazie allo strumento normativo del Contratto di Fiume già avviato nel 2015 e passato alla fase operativa definita “Piano d’Azione”, appena sottoscritto da enti, partecipate e associazioni.

Le 20 chitarre, ormai da quasi dieci anni hanno legato la propria storia alle vicende che hanno riguardato e continuano a riguardare il nostro ambiente, con l’obiettivo di veicolare attraverso la musica temi e argomenti che ci riguardano molto da vicino, nella certezza che la prima arma di difesa del nostro ambiente è la conoscenza. Il Blues, suonato e raccontato con semplicità è lo spunto per parlare dell’importanza che il risanamento del Feltrino avrebbe sulla salute, l’economia e la cultura della nostra comunità.

Interverrà Silvia Ferrante, presidentessa del Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali per l’Abruzzo e parteciperanno rappresentanti della Ecolan e della Sasi, rappresentanti istituzionali della Regione, della Provincia e dei Comuni coinvolti dal Contratto di Fiume del Feltrino.

Le 20 chitarre sono: Nicola Accettella, Nicole Aimola, Nicolò Bigioni, Stefano Biondi, Piero Bonanni, Francesca Caporale, Martina Caruso, Luigi Costantini, Oscar Cunese, Ludwika Della Guardia, Piera Di Iulio, Manuel Di Nardo, Valeria Di Tommaso, Marco Giangiobbe, Enrico Giannattasio, Marco Lanci, Davide Marcaccini, Miranda Marino, Alessandro Muscente, Nicolò Paglione, Paolo Ramundo, Martina Ranieri, Matteo Stante, Samuele Stante, Umberto Stella, Giulio Verna e Riccardo Vinciguerra.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi