Risate ed applausi al Fenaroli con l’attore Francesco Pannofino - La commedia "Bukurosh, mio nipote" porta in scena integrazione, politica e social
 
Lanciano   Eventi 17/01

Risate ed applausi al Fenaroli con l’attore Francesco Pannofino

La commedia "Bukurosh, mio nipote" porta in scena integrazione, politica e social

Straordinario successo per “Bukurush, mio nipote”, commedia divertente, non senza spunti di riflessione, proposta ieri al pubblico del teatro Fenaroli per la stagione di prosa 2018.

Francesco Pannofino ed Emanuela Rossi, i due brillanti protagonisti, sono Lucio e Ginevra appena tornati dall’Albania, reduci insieme agli amici Corrado e Benedetta dal matrimonio riparatore della loro figlia Camilla con Lushan, di cui è rimasta incinta durante i lavori di ristrutturazione del bagno di casa.

Ai dubbi per la scelta tanto azzardata della figlia si sommano le preoccupazioni per il suo futuro, l’annuncio delle imminenti elezioni comunali per Lucio, che poi perderà e la notizia che il ristorante molecolare di Ginevra comincia ad accusare un notevole calo di clienti e il problema della imminente convivenza in casa con i novelli sposi. 

Tutto sembra precipitare ma paradossalmente le difficoltà del momento riavvicinano molto la coppia e, come recita un famoso detto: “un bambino arriva sempre con il pane sotto il braccio”, la nascita di Bukurosh sembra sgombrare il cielo dalle nubi. Una commedia che si interroga, sorridendo, sui complicati rapporti tra genitori e figli e sul delicato tema dell’integrazione.

 

Guarda l'intervista con Francesco Pannofino:

Guarda il video

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi