Liceo Musicale: "il Comune ha gestito male la situazione" - La minoranza chiede le dimissioni di Orecchioni per il duplice ruolo nella vicenda

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Attualità 16/12/2017

Liceo Musicale: "il Comune ha gestito male la situazione"

La minoranza chiede le dimissioni di Orecchioni per il duplice ruolo nella vicenda

Manca poco alla consegna della documentazione in Regione per la formazione dei nuovi licei musicali e dopo le polemiche delle ultime settimane e dell'inconsueta lotta tra Liceo Scientifico e istituto De Titta, i gruppi di minoranza in consiglio comunale intervengono sul tema denunciando una “gestione superficiale e leggera della vicenda”.

“Temiamo che questa opportunità per la nostra città possa sfumare - afferma Errico D’Amico, Lanciano Popolare - Udc - perché la vicenda è stata gestita nel modo sbagliato. Stigmatizziamo la scelta del Comune di sponsorizzare un solo Istituto scolastico del territorio, pur non avendone competenza - spiega - e la presenza dell'assessore al Bilancio, e vicepreside del liceo in questione, in occasione della Giunta del 25.10.2017, dove si è approvata la delibera n.352  "Piano regionale della rete scolastica 2018/2019”. Si rileva inoltre, nella stessa delibera, l'assenza dell'assessore proponente Giacinto Verna. Come mai, si chiedono dalla minoranza?

“Questa delibera, di fatto, - sottolinea Gabriele Di Bucchianico, consigliere comunale di Lanciano al Centro e consigliere provinciale - è un atto amministrativo inutile, in quanto il Comune di Lanciano non è assolutamente deputato a decidere nel merito, poiché la competenza è della Provincia e poi della Regione. Inopportuno è stato, inoltre, - prosegue -perorare la causa  di un solo Istituto. E' noto infatti, in particolare al sindaco, in quanto presidente della Provincia di Chieti che, nelle sedi opportune, è stata formalizzata anche la richiesta dell'Istituto De Titta-Fermi. Per questo non possiamo che chiedere le dimissioni dell’assessore Carlo Orecchioni che, evidentemente, ha poco di pubblico e molto di privato”.

 

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Commenti




 

     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi