Lignum Verba, l’albero di Natale della discordia - A 24 ore dall’inaugurazione, critiche, polemiche e ironia per l’albero di bancali
 
Lanciano   Attualità 08/12/2017

Lignum Verba, l’albero di Natale della discordia

A 24 ore dall’inaugurazione, critiche, polemiche e ironia per l’albero di bancali

Lignum Verba, l’albero senziente. A Lanciano, da ieri, dopo dell’accensione in piazza Plebiscito [LEGGI QUI], si parla solo di questo. Dell’albero fatto di bancali che con delle luci ‘emozionali’, attraverso un’app dovrebbe catturare i sentimenti di lancianesi e non, ed illuminare la nostra piazza.

Ma l’idea, forse un po’ azzardata e particolare, non è piaciuta ai lancianesi che, dall’accensione del primo faro, hanno iniziato a far piovere critiche sull’albero. Ad un giorno dall’inaugurazione, l’installazione di Nicola Antonelli e dell’associazione Arena 7, sembrerebbe non piacere ai lancianesi più ancorati alle tradizioni e ad un concetto di Natale distante ancora anni luce dal concetto di arte contemporanea.

Non mancano di certo i commenti di apprezzamento e di incoraggiamento che però, numeri alla mano, sono assai meno delle critiche rivolte agli artisti, ‘colpevoli’ di aver realizzato un’installazione che sa poco di Natale. Comprendere l’arte contemporanea non è per tutti, si sa, ma probabilmente, il concorso di idee dell’assessorato alla Cultura, avrebbe potuto prevedere una sorta di giuria popolare che scegliesse tra i progetti arrivati per evitare di trovarsi oggi, 8 dicembre, con un albero che alla città proprio non va giù. Ma c’è spazio anche per il divertimento, soprattutto sui social, dove l’albero senziente ha scatenato l’ironia dei più che hanno dato libero sfogo alla tipica vena ‘inzummatoria’ lancianese tra vignette, gif e meme.

Intanto il sito lignumverba.it e l’app da cui trasmettere le proprie emozioni all’albero ed illuminarlo non sono ancora attivi per cui il cambio di colore dei fari non è ancora frutto dell’unione dei nostri sentimenti, ma solo di un mero programma tecnico.

Ora che fare? Lasciare tutto così e sperare che, giorno dopo giorno, i lancianesi si abituino a questo nuovo albero e lo facciano un po’ loro? Oppure correre ai ripari e cercare di limitare i danni - e le critiche - ?

Quel che è certo è che se il fine di quest’albero era quello di accendere il dibattito in città, e non solo le emozioni, a sole 24 ore dall’inaugurazione, lo scopo è stato ampiamente raggiunto, per Natale invece, mancano ancora 17 giorni. 

 

 

 

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi