Carta d’Identità Elettronica, dal 4 dicembre stop al cartaceo - Lanciano è tra i primi 86 comuni ad avviare la sperimentazione

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Attualità 24/11

Carta d’Identità Elettronica, dal 4 dicembre stop al cartaceo

Lanciano è tra i primi 86 comuni ad avviare la sperimentazione

Dal prossimo 4 dicembre, l’Ufficio Anagrafe del Comune di Lanciano rilascerà esclusivamente la Carta d'Identità Elettronica (CIE). Il Comune di Lanciano, avendo aderito alla fase di sperimentazione del progetto del Ministero dell'Interno per il passaggio alla carta d'identità elettronica, è uno degli 86 Comuni italiani e dei 10 della Regione Abruzzo ad attivare il servizio nel 2017.

Da lunedì 4 dicembre non saranno più rilasciate carte di identità cartacee, salvo casi di urgenza documentata per motivi di viaggio, salute, consultazione elettorale e partecipazione a concorsi o gare pubbliche. Le carte di identità ancora in corso di validità, continueranno ad esserlo fino alla naturale scadenza della stessa per poi essere sostituite dalla CIE. 

La Carta d'Identità Elettronica verrà rilasciata su un supporto di policarbonato formato carta di credito o codice fiscale dotato di microprocessore a radiofrequenza, che consentirà l’accesso a tutti quei servizi, erogati per via telematica dalla pubblica amministrazione, che richiedono l’identificazione certa del titolare. La Carta d'Identità Elettronica va richiesta agli sportelli dell'Ufficio Anagrafe del Comune di Lanciano, aperti al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e il martedì e il giovedì dalle 16 alle 17.30 (primo piano del Municipio, piazza Plebiscito 59).

Per il rilascio della CIE il cittadino dovrà avere con sé al momento della richiesta un documento valido d'identità e/o denuncia di smarrimento della stessa, il codice fiscale e una fototessera, in formato cartaceo o digitale su chiavetta USB. Il cittadino avrà inoltre l'obbligo di fornire le impronte digitali di un dito di entrambe le mani a partire dai 12 anni di età: il dato sarà criptato e l'accesso alle impronte sarà consentito esclusivamente alle forze di polizia e di frontiera. Per il rilascio della CIE il cittadino dovrà versare 22,50 euro per i diritti di segreteria della prima carta (28 euro per il duplicato), comprensivi dei diritti di segreteria e dei 16,79 euro che il Comune dovrà versare allo Stato a titolo di rimborso dei costi sostenuti per le stampe e l'invio. È prevista la possibilità per i maggiorenni di esprimere il consenso o il diniego alla donazione degli organi in caso di morte. 

Il rilascio della carta avverrà entro 6 giorni lavorativi: non sarà più il Comune a produrre il documento, ma lo stesso Ministero dell'Interno tramite l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, che provvederà ad inviarlo al domicilio indicato al momento della richiesta dal cittadino, con una lettera contenente codice pin e puk da conservare. In alternativa, sarà possibile farsi spedire il documento presso l'ufficio Anagrafe del Comune, dove potrà essere ritirato appena disponibile.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi