Ancora vandali al monumento dei Martiri delle Foibe - CasaPound: "nostri appelli per il recupero dell’area, caduti nel vuoto"

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Attualità 08/11

Ancora vandali al monumento dei Martiri delle Foibe

CasaPound: "nostri appelli per il recupero dell’area, caduti nel vuoto"

Ancora un atto vandalico al monumento dedicato alla memoria dei Martiri delle Foibe, questa volta imbrattato con scritte sulla base di cemento. Dopo gli sfregi alle mani e poi ancora alle lastre di plexiglass, il monumento ideato dal Comitato 10 Febbraio nel 2011 proprio non trova pace.

“Ci tocca prendere atto di questa situazione inaccettabile che continua a ripetersi. - afferma Marco Pasquini, responsabile cittadino di CasaPound Italia - Vandalizzare questa città sembra ormai diventata una routine quotidiana, in particolar modo non riesce a trovare pace il monumento ai Martiri delle Foibe, preso nuovamente di mira nei giorni scorsi. Oltre a rappresentare una vergognosa mancanza di rispetto per le migliaia di persone uccise con la sola colpa di essere italiani, - prosegue – si tratta un atto che contribuisce ulteriormente al già pesante degrado urbano. Non è infatti il solo monumento ad essere sporco e privo di parti: anche l'area verde ove è collocato si presenta il più delle volte piena di cartacce, lattine e rifiuti di ogni genere. Già più volte in passato ci siamo prodigati per la pulizia del monumento e dell’area verde, ma al nostro impegno non è mai seguito uno analogo da parte delle istituzioni preposte”.

Così CasaPound, per bocca di Pasquini, lancia un appello al sindaco ed all’Amministrazione intera affinché si faccia qualcosa e lo faccia presto. “Nulla è stato fatto per il restauro del monumento ed il recupero dell’area circostante. - accusa Pasquini - Evidentemente questa Amministrazione non ha molto interesse a restaurare i monumenti cittadini quanto piuttosto la demolizione degli stessi, alcuni per noncuranza, altri per odio ideologico."

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi