"Una radio per la scuola", il nuovo progetto del Comprensivo 1 - Il laboratorio radiofonico partirà il prossimo venerdì 10 novembre

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Attualità 08/11

"Una radio per la scuola", il nuovo progetto del Comprensivo 1

Il laboratorio radiofonico partirà il prossimo venerdì 10 novembre

E' tutto pronto per l'avvio del progetto di editoria scolastica in digitale con “Una Radio per la scuola”. È questa la nuova sfida intrapresa dall’Istituto Comprensivo “Mario Bosco” di Lanciano (con le sue Tre Scuole Infanzia “Maria Vittoria”, Primaria “Eroi Ottobrini” e Secondaria di Primo Grado “G. Mazzini”), in collaborazione con Lanciano Lab ONLUS e l’Ing. Francesco Luigi Di Bucchianico, presidente dell’associazione e speaker di Radio Delta 1.

Lo scopo è quello di creare un vero e proprio laboratorio radiofonico che si basa sull’esperienza di Liberadio.it, progetto che nasce nel 2012 con l’intento di essere un punto di riferimento di chi vuole “mettere in rete” la voglia di sperimentarsi con lo strumento radio. Sarà questo, da oggi, il grande contenitore on-line in cui convoglieranno tutti gli sforzi dei ragazzi con programmi, dirette, podcast, video e articoli. Questo progetto, prima esperienza del genere in Abruzzo, vuol creare nel tempo una radio condivisa tra tutte le scuole del territorio attraverso il giornalismo multimediale.
“Un sogno - spiega Francesco Luigi Di Bucchianico - che, quest’anno, grazie alla Mazzini (scuola capofila con il suo Istituto) ed ad altre scuole secondarie che stanno vagliando la proposta o hanno già aderito a esperimenti laboratoriali, si realizzerà a partire dal territorio frentano”.

L’aula n. 17 della scuola Mazzini sarà la nuova sede di una Radio, anzi una Web Radio, del tutto affidata ai ragazzi che guideranno l’istituto lungo un viaggio innovativo (perché virtuale) attraverso un mondo dai “grandi problemi” visti con gli occhi di chi si sta in esso ancora affacciando. L’obiettivo didattico principale di questo progetto è, da un lato, dare il giusto spazio a quelle tecnologie che sono il pane quotidiano dei nostri ragazzi, che ormai vivono con e attraverso il web buona parete delle loro esperienze giovanili, e, dall’altro, con l’aiuto dell’esperto, fare in modo che l’uso degli stessi strumenti diventi sano e consapevole.

Una finestra, inoltre, sul mondo, come si è detto, al quale i nostri bambini e i nostri ragazzi si avvicinano pian piano (spesso con la mediazione dell’adulto), in cui avranno la possibilità di esprimere le loro impressioni, le loro opinioni sui grandi temi, ma anche sui “piccoli” (per gli adulti) problemi che essi sentono di avere. Uno strumento messo a disposizione della didattica per tutto quello che concerne la scrittura, la lettura critica di testi e fonti di diverso genere, la lettura espressiva ed interpretativa, oltre che la comprensione e la riflessione critica su problematiche attuali e non. Una Radio però, a disposizione della crescita integrale dei ragazzi che troveranno in essa uno spazio libero in cui poter prender la giusta iniziativa per costruire un percorso di crescita autonomo ed originale, adatto cioè alle proprie capacità innate.

Una sfida, dunque, per la dirigente dell’Istituto Comprensivo Mirella Spinelli che, grazie al coordinamento della referente professoressa Monia di Leandro e la partecipazione dei docenti tutti, è pronta a mettersi in gioco accanto agli alunni in questa esperienza nuova dai tratti ancora da scoprire. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi