L’inceneritore in Val di Sangro non si farà, la soddisfazione di Pupillo - "La straordinaria mobilitazione popolare ha dato i suoi frutti"

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Ambiente 11/10

L’inceneritore in Val di Sangro non si farà, la soddisfazione di Pupillo

"La straordinaria mobilitazione popolare ha dato i suoi frutti"

Finalmente è stato archiviato il progetto per la realizzazione di un inceneritore in Val di Sangro, in località Brecciaio-Colle Campitelli del Comune di Lanciano. Accogliamo con grande soddisfazione l'archiviazione di un progetto che da subito ha trovato la nostra netta e ferma opposizione, espressa e manifestata a più riprese e in più occasioni al fianco dei sindaci del territorio interessati alla salute dei cittadini, prima di tutto: in particolare, con il sindaco di Sant'Eusanio del Sangro, Raffaele Verratti e con il sindaco di Castel Frentano, Gabriele D’Angelo”.

Interviene così il sindaco Mario Pupillo a seguito della notizia che vede archiviata la pratica da parte del servizio di valutazione ambientale della Regione Abruzzo per il progetto di pirogassificatore di rifiuti in Val di Sangro [LEGGI QUI].

“La bellissima manifestazione che si è tenuta il 10 aprile 2016 e Lanciano, e la miriade di iniziative che le associazioni hanno promosso grazie alla straordinaria mobilitazione popolare del “Comitato No Inceneritore Val di Sangro” hanno dato i loro frutti. - commenta Pupillo - Un grazie va anche all'assessore regionale Mario Mazzocca per aver tempestivamente richiesto agli uffici regionali l'archiviazione della pratica con la nota del 5 ottobre. La battaglia vinta, la più bella dopo quella di No Ombrina contro le trivellazioni nel nostro mare Adriatico, non consentirà di abbassare la guardia, per nessuna ragione: abbiamo visto come sull'elettrodotto, nonostante la nostra ferma opposizione unita a quella dei cittadini, nulla abbiamo potuto per fermare la realizzazione dell'opera. - conclude il sindaco - È necessaria in questo senso una continua opera di informazione per costituire una massa critica in grado di influenzare i decisori del Governo”. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi