Alle Caltapie musica e teatro alla ricerca del "luogo della magia" - Si parte il 18 ottobre con lo spettacolo musicale del trio argentino Dos Màs Trio

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Cultura 10/10

Alle Caltapie musica e teatro alla ricerca del "luogo della magia"

Si parte il 18 ottobre con lo spettacolo musicale del trio argentino Dos Màs Trio

Vittoria Oliva, Stefano Di Matteo e Gabriele TinariCinque spettacoli di teatro, quattro di teatro ragazzi, quattro di musica e due grandi eventi musicali e in più corsi e laboratori. E’ questa la stagione delle Caltapie, a cura dell’associazione culturale Teatro Possibile che prenderà il via mercoledì 18 ottobre con il concerto del Dos Màs Trio, formazione che sta girando l’Europa e che nel suo tour toccherà tre date in Italia tra cui questa a Lanciano. 

“Si divide in due sezioni la nostra stagione; - dice il musicista Stefano Di Matteo - si parte con la musica e, dal 2018 si prosegue con il teatro, con tanti ospiti e tante produzioni nostre”. Il 17 novembre sarà poi la volta del Davide Di Pasquale quartet, gruppo formato da trombone, chitarra, contrabbasso e batteria, di base a Roma e Londra per il chitarrista. Il repertorio viaggia tra brani originali e non nella veste jazz, ma con tante derive inaspettate. Venerdì 3 dicembre i Dago Red porteranno il loro spettacolo nato dalla registrazione del loro quarto disco. Dago Red è una formazione di blues che vive nella provincia di Chieti e che ha suonato tra i più importanti festival blues d’Europa. Il 29 dicembre spazio alla cantante molisana Luciana Patullo insieme al chitarrista Stefano Di Matteo. Oltre ai concerti, sabato 10 dicembre, alle ore 18, ci sarà la presentazione del libro del critico musicale pescarese Fabio Ciminiera dal titolo “In prima persona Aldo Franceschini” in cui l’autore riporta gli aneddoti dell’operatore musicale Aldo Franceschini, che ha lavorato tanti anni nelle etichette discografiche nazionali e nella manifestazione del Pescara Jazz.

Il 28 dicembre ci sarà la seconda edizione della lezione concerto AIGAM, un format di concerti che vede la partecipazione di bambini da zero ai sei anni. Questo tipo di concerto è stato ideato da Andrea Apostoli, fondatore dell’AIGAM, e si basa sulle ricerche dello studioso e musicista americano Edwin E. Gordon. 

Da gennaio ha inizio la stagione di prosa“Venerdì 12 gennaio 2018 ci sarà il primo appuntamento,”Incanto Napoletano", spettacolo proposto dalla Compagnia "La Bottega del Teatro" di Caserta. La tradizione napoletana lirico-drammaturgica di Scarpetta, Viviani, Di Giacomo, De Filippo, Moscato condensata nel lavoro di Pierluigi Tortora, strumento attoriale ricchissimo e narratore di grande forza evocativa. - afferma Gabriele Tinari - Venerdì 26 gennaio sul palco ci sarà “Lupo in-canto” e venerdì 23 febbraio 2018 "Maja". Radici e Territori, sono i termini dettati dalla compagnia "Muré Teatro" di Pescara per rappresentare un ricordo fecondo di un luogo che detta la scrittura scenica dei due spettacoli proposti da Marcello Sacerdote e Francesca Camilla D'Amico, memoria che attinge da un vissuto umano documentato, raccontato, incontrato durante una ricerca profonda delle proprie origini”.

Venerdì 9 febbraio ci sarà “Salta nel mio sacco" e venerdì 9 marzo 2018 “La Concione di Francesco”, due produzioni del "Teatro Possibile" di Lanciano, il primo è l'adattamento teatrale di un racconto popolare della Corsica che invita ad una profonda riflessione sul senso della vita; il secondo propone il racconto di Francesco di Assisi con la concione giullaresca medievale percorrendo passi dei fioretti e documenti del tempo.

Da gennaio a marzo, quattro saranno gli appuntamenti della sezione ragazzi con sabato 20 gennaio 2018 "L'agnellino e il lupo" del Teatro del Giardino di Guardiagrele sabato 20 gennaio; sabato 10 febbraio "Occhiorecchio-mano!" del Teatro Possibile di Lanciano; sabato 3 marzo "La principessa Asinella" di Favola in Valigia di Lanciano; e per concludere, sabato 24 marzo "Quarto di Luna" del Teatro Possibile di Lanciano.

"Le Caltapie sono un nome inventato - dice Tinari - che nasce nella geografia della fantasia. Un luogo dove nasce la magia e speriamo di farla nascere anche nel nostro teatro".

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi