Supermoto, Felice Marchesano è campione Sud Italia FMI - A Viterbo brillante affermazione del pilota di Lanciano

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Sport 26/09

Supermoto, Felice Marchesano è campione Sud Italia FMI

A Viterbo brillante affermazione del pilota di Lanciano

Felice Marchesano sul podioSarà una domenica da ricordare a lungo quella vissuta da Felice Marchesano sul circuito di Viterbo. Il 22enne pilota lancianese ha conquistato il titolo di campione Sud Italia FMI di Supermoto nella categoria SMV dopo aver guidato la classifica per tutte le tappe della competizione ma rischiando di vedere sfumare il suo sogno proprio all'ultimo.

Sul circuito di Viterbo Marchesano si presentava dall'alto delle 4 gare vinte, 2 a Ortona, Battipaglia e Latina. Il weekend non era iniziato al meglio "perchè non avevo il giusto feeling con la moto - racconta a Zonalocale -. Alla fine, però, sono riuscito ad ottenere la pole position nella mia categoria". A quel punto sono iniziati i problemi perchè Felice, nelle ultime fasi della qualifica, ha iniziato ad avvertire un dolore lancinante al basso ventre. "Sembra davvero una cosa assurda - racconta Marchesano - ma nel giro di 20 minuti non riuscivo più a respirare e sono stato portato d'urgenza all'ospedale di Viterbo dove mi hanno fatto delle flebo di antidolorifico e mi hanno prescritto visite specifiche".

Ma il pensiero del giovane pilota era tutto rivolto alla pista e alla gara in corso. "Quando il dolore è diminuito ho deciso di firmare la dimissione dall'ospedale e correre in pista per provare a disputare la seconda manche che mi avrebbe fatto vincere matematicamente il titolo di campione FMI Sud Italia. E è stato proprio così, siamo arrivati in tempo per entrare in pista e gareggiare". 

Con il trofeo conquistato c'è tempo per sorridere e ripensare alla disavventura patita a Viterbo. "Tutti i sacrifici di una stagione - commenta Marchesano - stavano andando in fumo a causa della sfortuna. Quando ero sulla barella del pronto soccorso ho deciso che a vincere dovevo essere io, e non la sfortuna!". E, con questa brillante vittoria, il pliota lancianese rilancia le sue ambizioni. "Questo traguardo raggiunto mi fa ben sperare per il mio futuro sportivo. L'obiettivo è quello di competere ad alti livelli negli internazionali d'italia supermotard".

Guarda le foto

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi