"Lo smartphone? Come avere una Ferrari ma senza patente" - Il papà di Carolina Picchio a scuola per parlare di bullismo
 
 
 

Lanciano   Attualità 16/05

"Lo smartphone? Come avere
una Ferrari ma senza patente"

Il papà di Carolina Picchio a scuola per parlare di bullismo

E’ Paolo Picchio, il papà in prima linea nella lotta contro bullismo e cyberbullismo dopo la tragica scomparsa di Carolina, sua figlia uccisa, come dice lui, da 2600 like fatti di volgarità e insulti. Nel 2013 Carolina decise di lanciarsi dalla finestra della sua camera dopo la pubblicazione di un video a sfondo sessuale messo in rete da ragazzini di poco più grandi di lei.

Adesso papà Paolo gira nelle scuole per sensibilizzare i ragazzi sul tema. Oggi ospite nella scuola media Umberto I, e prima nell’istituto comprensivo di Castelfrentano, ha parlato con gli alunni di cyberbullismo, dei pericoli della rete e di quanto il dialogo con amici, genitori e professori sia importante nell’incontro organizzato dall’associazione Maria Luisa Brasile.

“Se vi regalano uno smartphone - dice ai ragazzi - dovete sapere che è come se vi dessero una Ferrari ma voi non avete la patente per guidarla”. E ai genitori dice: “siate vigili e attenti e controllate sempre il telefono dei vostri figli, la sicurezza è più importante della privacy”.


Ecco l'intervista a Paolo Picchio:


Guarda il video

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Sei interessato solo alle notizie di Lanciano? Leggile su lanciano.zonalocale.it, l'edizione di Zonalocale interamente dedicata a Lanciano.

Commenti




 

     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi

      Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

      Zonalocale Lanciano