Lanciano, approvato il bilancio di previsione 2017 - L’assessore Valente: "Confermato il taglio del 25% all’indennità di sindaco e Giunta

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Politica 28/04

Lanciano, approvato il
bilancio di previsione 2017

L’assessore Valente: "Confermato il taglio del 25% all’indennità di sindaco e Giunta

Immagine di repertorio"Più investimenti per la sicurezza di strade e scuole, taglio del 25% delle indennità di sindaco e assessori confermato, pressione fiscale invariata e blocco del turn-over del personale. I punti cardine del Bilancio di Previsione 2017 approvato in Giunta lo scorso 13 marzo sono stati confermati ieri e approvati a maggioranza dal Consiglio Comunale di Lanciano".

Lo annunciano dal Comune di Lanciano che, con l'assessore al Bilancio Pino Valente, sottolinea: "Siamo molto soddisfatti per l'approvazione di un bilancio di previsione che punta deciso sulla sicurezza delle strade con 700.000 euro destinate alla manutenzione e sulla sicurezza delle scuole con la previsione della costruzione di un nuovo plesso scolastico (600.000 euro) e la prosecuzione del programma di messa in sicurezza delle altre (100.000). Un altro risultato importante è aver tenuta stabile la pressione fiscale nonostante il taglio ulteriore del fondo compensativo Imu-Tasi, che dal milione di euro dell'anno scorso è passato quest'anno a 770.000 euro, dell'aumento per legge del fondo svalutazione crediti e dell'incremento del fondo per gli aumenti salariali del personale, anche questo previsto per legge. Gli investimenti che il Comune di Lanciano affronterà nel 2017 con le proprie forze ammontano a 1.960.000 euro, più 425.000 euro rispetto al 2016. È stata confermata la riduzione del 25% delle indennità della Giunta, con un risparmio per le casse comunali di 37.000 euro l'anno e sono stati confermati con grande sacrificio i servizi a domanda individuale come asili nido, impianti sportivi, trasporto scolastico e impianti sportivi. Si tratta di una voce importante, perché le uscite pari a oltre 2.666.000 euro vengono coperte con 1.038.900 euro (39%) con la compartecipazione dell'utenza e il restante 1.629.000 che rimane a carico del Comune. Alla luce della sentenza del Consiglio di Stato che ha chiuso la questione di Palazzo Novecento, i 310.000 euro destinati inizialmente per la demolizione del Palazzo diventato di proprietà comunale saranno oggetto di una nuova valutazione da parte dell'Amministrazione per essere investiti su altri progetti di cui a breve daremo conto".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi