Fiabe, libri e storia nel weekend del Mese della Resistenza - Tre eventi nel fine settimana per ripercorrere e scoprire storie "resistenti"

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Eventi 07/04

Fiabe, libri e storia nel weekend
del Mese della Resistenza

Tre eventi nel fine settimana per ripercorrere e scoprire storie "resistenti"

Nel fine settimana entra nel vivo la seconda edizione del Mese della Resistenza con tre iniziative di notevole rilievo storico, politico e culturale, a partire da oggi, 7 aprile. 

Ad ospitare il primo appuntamento sarà la libreria Mu di corso Bandiera, dove alle 18 sarà presentato il libro “Sebben che siamo donne..”, l'autrice Paola Staccioli, con il prezioso contributo di Silvia Baraldini, racconterà la vita di donne coraggiose che hanno scelto di mettere in primo piano, al primo posto, il benessere collettivo contro ogni forma di individualismo e non hanno esitato a sacrificare la propria vita in nome della libertà e di una società più giusta, rispettosa dei diritti di tutti. “Sarà sicuramente un incontro di grande spessore – sottolineano gli organizzatori – vista anche la testimonianza di Silvia Baraldini”.

Sabato, invece, alla libreria D’Ovidio, la Casa Editrice Kairos presenterà le “Fiabe Resistenti. Racconti del subcomandante Marcos”. Si parlerà del rapporto dell'uomo con la natura, di come sia possibile stabilire una rispettosa convivenza, si parlerà delle genti del Messico e dell'esercito zapatista di liberazione nazionale e anche delle Giunte di buon Governo che fanno della democrazia diretta e partecipata il proprio modus vivendi.

Domenica 9 aprile si torna alla libreria Mu con il Fumetto di Zerocalcare “Prossima fermata. Una storia per Renato” e con le Madri per Roma Città Aperta. “Sarà un incontro forte ed emozionante visto che al centro c'è la tragica morte del giovane Renato Biagetti, ucciso nel 2006 da due giovani neo fascisti. affermano gli organizzatori - Ripercorrere questa storia è sicuramente doloroso, a raccontarla saranno le Madri di Roma Città Aperta. Siamo convinti che la memoria, il racconto, la storia, la conoscenza sono molto importanti, fondamentali per acquisire consapevolezza e spirito critico e soprattutto per non dimenticare i principi per i quali in tanti hanno combattuto anche al prezzo della vita”, concludono i promotori di questa seconda edizione del Mese della Resistenza.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi