Studenti protestano al Fermi: "l’omofobia non è un’opinione" - I ragazzi chiedono di incontrare la dirigente, ma lei si rifiuta

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
 
 

Lanciano   Attualità 17/03

Studenti protestano al Fermi:
"l’omofobia non è un’opinione"

I ragazzi chiedono di incontrare la dirigente, ma lei si rifiuta

Si sono riuniti questa mattina, al suono della campanella, di fronte i cancelli dell’istituto Fermi in viale Marconi a Lanciano, i ragazzi del Collettivo Studentesco capeggiati da Riccardo Ferrante per protestare ancora conto l’autorizzazione richiesta dalla preside Daniela Rollo per la partecipazione degli studenti alla presentazione del libro della scrittrice omosessuale Francesca Vecchioni (QUI l’articolo).

Volevamo solo parlare - hanno gridato a gran voce i ragazzi fuori dalla scuola - ma la preside non ha voluto riceverci e ascoltare ciò che avevamo da dirle”. Gli studenti, infatti, accompagnati dal loro striscione “l’omofobia non è un’opinione”, sono saliti fin davanti la porta della presidenza chiedendo un incontro con la dirigente che però, nonostante la loro insistenza, non è mai avvenuto. “Nella scuola hanno addirittura minacciato di chiamare i Carabinieri per farci andare via - hanno gridato gli studenti al megafono in viale Marconi - e per cosa? Noi volevamo solo parlare”.

E così sono rimasti fino a tarda mattinata a gridare cori contro l’omofobia di fronte i cancelli della scuola senza però riuscire ad ottenere l’atteso incontro con la dirigente.

Guarda le foto

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi