In attesa della sovrintendenza, via i dehors dal centro città - Mentre si smontano i chioschi, monta la polemica in città

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Attualità 28/02

In attesa della sovrintendenza,
via i dehors dal centro città

Mentre si smontano i chioschi, monta la polemica in città

Nuova polemica in città, questa volta per la rimozione di chioschi e dehors in alcuni bar del centro, soprattutto di un noto locale in corso Trento e Trieste.

Il provvedimento, una volta scadute le vecchie concessioni, si rende necessario per gli effetti del nuovo regolamento comunale dell’aprile 2016 che prevede nuove norme e regole per l’occupazione del suolo pubblico per i locali commerciali in città.

“Il nostro nuovo regolamento prevede nuove caratteristiche per i dehors che siano in linea con l’architettura dei palazzi circostanti. - commenta l’assessore al commercio Francesca Caporale - Non potranno più essere completamente chiusi ma solo fino ad un metro e 80 di altezza, anche il tetto dovrà essere diverso ed i colori dovranno adattarsi al luogo, nello specifico - spiega - per corso Trento e Trieste sarà da preferire il color avorio”.

Non una stangata senza preavviso, né una mossa che va contro il commercio e gli esercenti spiegano dal Comune ma semplicemente la messa in regola della situazione in attesa del parere positivo della sovrintendenza alle belle arti per i progetti dei nuovi dehors.

Discorso diverso per altre attività simili, anch’esse costrette a smontare e mettere via poltroncine e tavolini da esterno. “Lanciano deve essere una città legale. - sottolinea la Caporale - Tengo a precisare che la maggioranza degli esercenti rispetta le regole ma c’è anche chi purtroppo non lo fa e in questo caso bisogna agire per ripristinare la legalità”.

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi