Alla Mazzini nasce l’associazione "Caffè letterario... e non solo" - La scuola apre le sue porte e dona i suoi spazi alla cultura

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Cultura 16/02

Alla Mazzini nasce l’associazione
"Caffè letterario... e non solo"

La scuola apre le sue porte e dona i suoi spazi alla cultura

Un Caffè Letterario (e non solo) apre all'interno di una scuola, la Mazzini di Lanciano, che dona i suoi spazi alla cultura, al confronto ed all'incontro. Un'idea di certo originale, ma anche “bizzarra” nata nelle menti del dirigente scolastico Mirella Spinelli e dei cocenti dell'Istituto Comprensivo 1 di Lanciano.

“L'indirizzo ministeriale - afferma la stessa dirigente - è quello di fare della scuola un punto da cui si irradiano diverse relazioni; si pensi a quanto sta accadendo nelle scuole secondarie dove è entrata a regime la prassi dell'alternanza scuola-lavoro in cui i giovani studenti entrano in contatto con il mondo del lavoro attraverso l'esperienza diretta. E si pensi ai tanti progetti finanziati dal Ministero o dalla Regione, in cui requisito fondamentale di accesso è la costituzione di “reti” non solo con altre scuole, ma anche e soprattutto con enti ed associazioni che operano sul territorio”.

Una scuola, dunque, aperta a realtà che mai si sarebbero immaginate di poter accedere al mondo dell'educazione. Questo l'intento dell'associazione culturale “Caffè Letterario... e non solo” che dal 23 febbraio 2017 alle ore 18.30 nella scuola media Mazzini di Lanciano darà il via alle attività con il primo evento dal titolo “Lu Langianese addavere” con Domenico Maria Del Bello, il M° Roberto Mancinoni e lo storico gruppo frentano Lu Cantastorie che attraverso la storia e la musica rievocheranno le caratteristiche antropologiche e culturali del Lancianese Doc.

Tanti gli esperti e gli artisti che hanno creduto in questa iniziativa ed hanno già dato la loro disponibilità ad accogliere chiunque lo volesse presso l'aula magna della scuola media per discutere, riflettere ed approfondire tematiche di diverso genere che coinvolgeranno tutte le fasce di età dagli adulti, ai giovani sino ai più piccini. 

Ricca, dunque la proposta e ricco il programma, ma per conoscerli bisognerà aspettare il 23 febbraio. 

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi