Indennizzi Enel, apertura sportelli a Lanciano e Vasto - I rimborsi automatici arriveranno direttamente in bolletta

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Attualità 08/02

Indennizzi Enel, apertura
sportelli a Lanciano e Vasto

I rimborsi automatici arriveranno direttamente in bolletta

Immagine di repertorioA seguito dell’eccezionale ondata di maltempo che ha colpito nelle scorse settimane l’Abruzzo, Enel ha avviato le attività per riconoscere ai clienti sia gli indennizzi automatici che ulteriori indennizzi per i danni subiti a seguito dell’interruzione di energia elettrica.

"Per garantire una presenza più capillare sul territorio - spiegano da Enel - l’azienda sta già disponendo l’apertura di ulteriori canali di contatto con i clienti nelle sedi di Vasto (Via del Porto, 16) Lanciano (Zona Industriale, località Follani, 30) e Giulianova (Via Galilei, 102)". Gli altri sportelli attivi per richiedere indennizzi aggiuntifi o risarcimento danni sono a Pescara (Via Conte di Ruvo, 5), Teramo (Viale Bovio, 40), Chieti (Via Auriti, 1) e Ascoli Piceno (Viale Treviri, 192), aperti dalle 8,30 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 15,30 dal lunedì al venerdì: "Sarà possibile ricevere e presentare il modulo per richiedere l’indennizzo aggiuntivo e/o il risarcimento danni, allegando per quest’ultimo la documentazione idonea (fatture, relazione del tecnico intervenuto, ecc.)".

Per quanto riguarda invece gli indennizzi automatici previsti dalla normativa, "verranno corrisposti direttamente in bolletta - attraverso i venditori di energia elettrica - senza necessità di alcuna richiesta. L’entità varia in base alla durata dell’interruzione, alla tipologia e all’ubicazione della fornitura".

Intanto prosegue il lavoro di riparazione delle linee elettriche, anche con l’ausilio di droni per la verifica dei tratti danneggiati dall’eccezionale ondata di maltempo: "Proseguono le attività della task force attivata per la gestione dell’emergenza in oltre 100 cantieri per riparare definitivamente i tratti di rete elettrica danneggiati. L’operazione consentirà di ricollegare alla rete i clienti attualmente serviti attraverso i gruppi elettrogeni, che potranno così essere man mano rimossi. Dopo un picco di 1.000 generatori dispiegati sul campo, il numero di gruppi ancora attivi in Abruzzo è sceso attualmente a 50 ed è in progressiva riduzione grazie all'avanzamento dei lavori di riparazione".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi