Studenti di Lanciano in protesta a Pescara contro la Regione Abruzzo - “Bilancio regionale scritto non in nostro nome”

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Attualità 14/01

Studenti di Lanciano in protesta a
Pescara contro la Regione Abruzzo

“Bilancio regionale scritto non in nostro nome”

Ci saranno anche i ragazzi del Collettivo Autonomo Studentesco di Lanciano nella manifestazione in programma per oggi pomeriggio, alle ore 15.30, in piazza Salotto a Pescara, in vista dell’incontro in Regione previsto per il prossimo 19 gennaio.

"Dal bilancio della Regione Abruzzo possiamo notare come siano aumentate le spese per gli organi istituzionali a discapito di quelle per istruzione e politiche giovanili. - dichiara Riccardo Ferrante, rappresentante d’istituto del De Titta-Fermi - Per Luciano D'Alfonso le priorità sono le grandi opere, mentre per noi studenti le priorità sono abbattere l'abbandono scolastico, innalzare il tasso di occupati, garantire dei servizi pubblici efficienti. La nostra agenda è ben diversa da quella del presidente della Regione, noi chiediamo una legge che stanzi maggiori fondi sul diritto allo studio affinché venga garantito il welfare studentesco, affinché l'istruzione venga valorizzata. - spiega Ferrante – Per questo oggi saremo nuovamente in piazza, per protestare contro un bilancio regionale che non è stato scritto in nostro nome.”

Gi studenti saranno dunque in Piazza Salotto, in assemblea, per dire "Non in nostro nome" al Bilancio 2017 ed alle priorità della Regione Abruzzo. Domani, domenica 15, sempre a Pescara, ci sarà un Coordinamento Regionale per rilanciare il tema del diritto allo studio in tutto l'Abruzzo con: Collettivo Studentesco Pescara, Collettivo Studentesco Lanciano, Unione degli Studenti L'Aquila, Collettivo Studentesco Sulmona e Unione degli Studenti Vasto.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi