Associazioni a raccolta per l’integrazione dei migranti - Lanciano Lab propone un progetto-pilota rivolto alle realtà cittadine

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Lanciano   Attualità 09/12/2016

Associazioni a raccolta per
l’integrazione dei migranti

Lanciano Lab propone un progetto-pilota rivolto alle realtà cittadine

La presentazione del progetto Incontri - un ponte verso l’integrazione” è il nome del progetto promosso dalla onlus Lanciano Lab in partenariato con la cooperativa Matrix che gestisce i programmi di accoglienza dei migranti, dei rifugiati e richiedenti asilo di Villa Elce. La finalità principale del progetto è la sperimentazione di azioni innovative dirette all’accoglienza dei migranti attraverso il coinvolgimento delle associazioni locali, dei singoli cittadini e di qualsiasi realtà sul territorio che si mostri disponibile a fare gioco di squadra.

“Negli anni Lanciano Lab è cresciuta e con lei anche noi. - ha commentato il presidente Francesco Di Bucchianico - Abbiamo così deciso di pensare ad un progetto-pilota che sviluppasse un nuovo metodo di integrazione tra ospiti del centro di accoglienza e comunità lancianese. Abbiamo iniziato col somministrare un questionario ai ragazzi per capire le loro esigenze ed inclinazioni personali”.

Gli obiettivi del programma saranno: individuare ed implementare le competenze individuali dei migranti, supportare il processo di integrazione sociale e sensibilizzare l’opinione pubblica attraverso incontri e dibattiti. “Abbiamo deciso di appoggiare questo progetto in quanto innovatore -  ha sottolineato il vice prefetto della provincia di Chieti Luciano Conti - e speriamo che possa essere da sprone per altre realtà, per creare una nuova rete di integrazione e socializzazione”.

Il progetto verrà sviluppato in fasi progressive che, nel rispetto degli interessi dei ragazzi del centro e della disponibilità delle associazioni che vorranno aderirvi, andranno dalla prima socializzazione al traguardo finale dell’integrazione.

“Sono davvero contenta di questo progetto - ha affermato l’assessore alle politiche sociali Dora Bendotti - perché Lanciano Lab ha saputo trasformare le nostre idee in pratica e dare un nuovo senso all’integrazione”. Dello stesso parere l’assessore alla cultura Marusca Miscia. “E’ un progetto che fin dall’inizio mi ha entusiasmato - ha dichiarato - perché credo che il volontariato, questo tipo di volontariato, è la più alta forma di politica”.

Lanciano Lab Onlus si impegna a coordinare le attività, proporne di nuove e organizzare un primo incontro/evento. Nello specifico, in occasione della festa internazionale del migrante, il prossimo 18 dicembre ci sarà una giornata/evento in cui ciascuna associazione partecipante avrà un proprio spazio per conoscere e farsi conoscere dai ragazzi e presentare le proprie proposte. Nella mattinata del 18 sarà organizzata una passeggiata nel centro cittadino di Lanciano, guidata da Domenico Maria Del Bello, e aperta a chiunque voglia partecipare insieme ai ragazzi del centro. Il primo incontro è una visita alla Lanciano dell’emigrazioni e dell’accoglienza. Si tratterà di un momento conviviale, di benvenuto e di prima socializzazione che permetterà di guardare la nostra città con punti di vista differenti e lanciare un positivo presupposto per gli incontri successivi in cui ci auguriamo che ogni ragazzo ed associazione avviino un personale percorso integrativo affine ai propri interessi e capacità di ognuno.

“Ringrazio non solo l’Amministrazione e Lanciano Lab - è intervenuto Marco Marra, della cooperativa Matrix - ma l’intera città di Lanciano perché senza una sensibilità condivisa nessun progetto sarebbe stato possibile”.
La fine del progetto è fissata per il 20 giungo 2017 data in cui, in occasione della giornata internazionale del rifugiato ci sarà un evento conclusivo che consentirà di rivivere e condividere i diversi percorsi intrapresi dai ragazzi e dalle associazioni coinvolte e le storie personali del progetto. Questo percorso vuole essere un’importante occasione di confronto e di collaborazione tra tutte le realtà associative presenti sul territorio di Lanciano, nonché un “progetto-pilota” per le realtà di accoglienza limitrofe, al fine di creare, attraverso la conoscenza e lo scambio reciproco, un importante network tra migranti e cittadini.

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi